SANITA'

Assunzioni all'Asp di Trapani, 1865 posti da coprire: "Eravamo sottostimati"

di

TRAPANI. «Tutte le aziende erano preoccupate perché si sforava il budget assegnato: in un anno i soldi non bastano, ma ovviamente suddividendo le assunzioni in tre anni si può raggiungere l’obiettivo». Così Giovanni Bavetta, commissario dell’Asp di Trapani parla dopo aver ricevuto la circolare con cui la Regione dà 5 giorni di tempo alle aziende sanitarie per inviare i piani triennali delle assunzioni. «Ci sono delle assunzioni che vanno fatte per prima. Cioè quelle che riguardano l’emergenza-urgenza - spiega Bavetta -. Le assunzioni per altri reparti, come per esempio la lungodegenza che è comunque utile, saranno fatte negli anni successivi per rispettare i tetti di spesa».

Avete ricevuto la circolare dell’assessorato. Cosa farete?

«È un punto di riferimento per come procedere alle assunzioni. Abbiamo approvato l’atto aziendale e la pianta organica. L’atto aziendale presuppone unità operative nuove e il completamento delle strutture secondo gli standard europei. Potremo assumere 1.865 persone nel triennio tra medici, infermieri, ausiliari, amministrativi e altre figure professionali. Ogni anno la Regione ci assegna un budget. Nel 2017 abbiamo una dotazione finanziaria che ovviamente non può coprire tutte le nuove assunzioni. Completeremo gli organici che sono al di sotto degli standard. Ma lo faremo nell’arco di un triennio. Tutte le aziende erano preoccupate perché si sforava il budget assegnato: in un anno i soldi non bastano, ma ovviamente suddividendo le assunzioni in tre anni si può raggiungere l’obiettivo».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X