IL CASO

Acqua, disagi e proteste ad Alcamo: erogazione ogni 6 giorni

di

ALCAMO. Acqua ogni sei giorni. Si allungano, ad Alcamo, i tempi di attesa per l’erogazione idrica comunale. Tra le proteste di gran parte dei cittadini, anche perché la crisi idrica riguarda anche Alcamo Marina.

«Per motivi tecnici dipendenti da Siciliacque – ha riferito venerdì il sindaco Domenico Surdi - si è verificata una momentanea ed imprevista riduzione della quantità d’acqua che viene erogata per la fornitura idrica cittadina. I turni slittano di un giorno per tutto il territorio, conseguentemente la turnazione, solo per questa volta, sarà su 6 giorni settimanali».

Mentre è ancora in corso l’indagine della Procura trapanese sulla gestione dei pozzi dell’acqua ad Alcamo, è pronto, intanto, ad entrare in vigore dal 20 giugno il nuovo regolamento comunale per la fornitura sostitutiva di acqua per mezzo di autobotte o autocisterna, approvato dal consiglio comunale al termine di lunghe discussioni, polemiche ed emendamenti.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook