Quattordici migranti a bordo di una piccola barca, fermate tre persone a Mazara - Foto

MAZARA DEL VALLO. A bordo di un’imbarcazione da diporto hanno fatto viaggiare 14 migranti. Sono state feermate a tre persone indagate per favoreggiamento all’immigrazione clandestina a Mazara del Vallo. Si tratta del mazarese Gaspare Gullo di anni 47, e di due cittadini tunisini tra cui una donna, Ben Salem Sarra di 21 anni e un uomo, Ammar Nejib, 47 anni.

I tre sono accusati di aver condotto clandestinamente in Italia quattordici cittadini extracomunitari. E’ stata sequestrata anche l’imbarcazione utilizzata per il viaggio, sulla quale sono state trovate diverse stecche di sigarette e bevande con scritte in arabo. La guardia costiera di Mazara del Vallo aveva individuato un’imbarcazione da diporto con tre persone a bordo che aveva segnalato via radio prima un’avaria al motore e successivamente la presenza a bordo di quattordici naufraghi. I migranti erano stati recuperati in mare da un gommone che si era dato alla fuga mentre era in navigazione a circa 10 miglia dal porto di Mazara del Vallo.

I militari della capitaneria di porto e quelli della guardia di finanza hanno interrogato i tre membri dell’equipaggio, che hanno fornito una versione poco convincente dei fatti accaduti. Il gip ha disposto l’obbligo di dimora a Mazara del Vallo per Gullo, gli arresti domiciliari con braccialetto elettronico per la Ben Salem Sarra e la custodia in carcere per Ammar Nejib.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X