INFRASTRUTTURE

Cantiere navale di Trapani, assegnato il bacino di carenaggio

di

TRAPANI. Il Ministero delle Infrastrutture ha finalmente assegnato dopo due revoche ad altrettante aziende che avevano partecipato a suo tempo al bando di gara, dell'area demaniale dove ricade il Cnt, il Cantiere navale di Trapani, ormai in totale stato di abbandono, degrado e incuria.

«Dopo cinque anni e mezzo dunque l’area demaniale del bacino di carenaggio è stata assegnata alla società romana Marinedì Srl, ma adesso è indispensabile che il progetto di ristrutturazione delle infrastrutture sia rapidamente esecutivo e si proceda all’assunzione degli ex lavoratori del Cnt, disoccupati dal 2011».

A parlare è il segretario generale della Fiom Cgil di Trapani Filippo Cutrona, da anni impegnato in difesa della riapertura del Cantiere navale di Trapani e del diritto al lavoro delle maestranze.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X