CARABINIERI

Mazara del Vallo, la base dello spaccio dei pusher protetta dalle telecamere

MAZARA DEL VALLO. Per difendersi dai controlli a sorpresa delle forze dell'ordine aveva installato un impianto di video-sorveglianza in modalità "live" con il quale , attraverso un grosso monitor nel soggiorno, controllava chi si avvicinava alla sua abitazione.

Per questo motivo, nonostante sospettato di spacciare eroina e cocaina, polizia e carabinieri, nel corso delle perquisizioni domiciliari, trovavano soltanto un bilancino di precisione e somme di denaro non giustificabili con lo stato di disoccupazione del proprietario dell'abitazione, il 42enne mazarese Antonino Indelicato. L'abitazione in cui era stato installato il sistema di video sorveglianza è nel quartiere popolare "Mazara Due".

La circostanza emerge dal decreto con cui il gip Riccardo Alcamo ha disposto, su richiesta della Procura di Marsala, il sequestro preventivo dell'impianto di video-sorveglianza, delle somme di denaro (6.303 euro) e di quattro computer portatili trovati in possesso ad Antonino Indelicato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X