LA STORIA

Castelvetrano, la casa venduta all’asta: appello del parroco

di
casa, CASTELVETRANO, Trapani, Cronaca
Franesco Magnani

CASTELVETRANO. È un calvario iniziato per un errore amministrativo e finito con la vendita regolare della sua casa all’asta, quello di Francesco Magnani, 52 anni, ex agente di Polizia penitenziaria di Castelvetrano, al centro di una lunga vicenda fatta di mutui e difficoltà nel pagarli, raccontata mercoledì sera da Nina Palmeri alle «Iene» su Italia Uno.

A suo favore anche il parroco del quartiere Baldassare Meli. La vita di Magnani dal 2011 è diventata un incubo, un percorso tortuoso finito complicato tra l’esigenza di pagare i mutui e la volontà di aiutare il figlio negli studi presso l’Università di Verona.

Da gennaio di quest’anno, poi, gli è crollato il mondo addosso: per l’acquisto della sua casa all’asta al Tribunale di Marsala si è presentata una giovane signora di Castelvetrano e se la è aggiudicata per 16.453 euro. Procedura regolare per un prezzo affare se si pensa che proprio una perizia giurata del 2013 ha riconosciuto all’appartamento un valore di 143 mila euro: 135 metri quadri in via Eugenio Montale, in una zona residenziale di Castelvetrano. Francesco Magnani non se l’aspettava che qualcuno, sapendo che lui abitasse con la moglie dentro l’appartamento, lo comprasse.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X