TRIBUNALE

Campobello, nessuna misura di prevenzione per l’ex sindaco Caravà

di
campobello di mazara, Ciro Caravà, Trapani, Cronaca
Ciro Caravà

CAMPOBELLO DI MAZARA. Nessuna misura applicata per l’ex sindaco Ciro Caravà. La sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Trapani ha rigettato la richiesta del pubblico ministero che aveva chiesto l’applicazione della sorveglianza speciale e l’obbligo di soggiorno per cinque anni, nonchè il sequestro - e la successiva confisca - della casa di via XI Maggio a Campobello di Mazara, di proprietà della moglie Margherita Riti.

Il Tribunale - presieduto da Piero Grillo, a latere Chiara Badalucco e Oreste Fabio Maroccoli - al termine di un processo iniziato nel gennaio 2015, ha ritenuto non applicare la misura di prevenzione, perché - scrivono nel decreto - «può dirsi tuttalpiù plausibile, ma va considerato lungi dall’essere ritenuto certo che Caravà abbia prestato assistenza economica a familiari di mafiosi detenuti, abbia conseguito sostegno elettorale dalla consorteria mafiosa e abbia svolto attività amministrativa al fine di favorire gli interessi di Cosa Nostra».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X