CORTE D'APPELLO

Operaio precipitato dalla funivia di Erice, tre condanne

di

TRAPANI. Ha fatto un volo di sette metri dopo aver sfondato la rete di protezione, finendo nella scarpata sottostante la stazione della funivia. Nel 2010 a Erice Vetta un operaio della FuniErice, Alessandro Parrinello, è precipitato mentre stava effettuando un controllo di manutenzione ordinario dell'impianto.

Questa mattina la Corte d’appello di Palermo, ribaltando la sentenza di primo grado, ha condannato Enrico Camilleri, ex presidente del Cda di FuniErice, e i dirigenti Domenico Anello e Mario Bosco a tre mesi (pena sospesa). Parrinello fu ricoverato all'ospedale Sant'Antonio Abate  e secondo la ricostruzione degli inquirenti sarebbe stato travolto da una cabina in arrivo, cadendo nel vuoto. Il volo non è stato fermato dalla rete di protezione che avrebbe ceduto. L'operaio è stato recuperato dagli operatori del 118 che lo hanno rinvenuto in una scarpata. Il ragazzo era cosciente e lamentava un forte dolore alle gambe. È stato, dunque, trasportato d'urgenza al pronto soccorso del nosocomio trapanese dove è stato sottoposto alla tac, che ha scongiurato la lesione di organi interni. L’operaio ha riportato un trauma toracico, una lussazione ad un'anca e un paio di costole fratturate.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X