Marsala, mille atleti alla "Maratonina": sul podio l'Universitas Palermo - Foto

MARSALA. Oltre 1000 atleti protagonisti, il sole, le bellezze paesaggistiche del lungomare Boeo di Marsala; è una cartolina di sport e festa quella inviata ieri dalla cittadina lylibetana che ha ospitato la 4° Maratonina città del Vino.

A vincere è stato Bibi Hamad, 38 anni, gambe e polmoni da ventenne. Il portacolori dell’Universitas Palermo ha fermato il crono sul tempo di 1h08'34 (record del percorso) facendo il vuoto dietro a se. Una bis per Hamad che già l’anno scorso aveva vinto a Marsala. Alle sue spalle è giunto Francesco Nastasi (Ortigia Marcia) in 1h15' netti. Terzo Vincenzo Iraci (Universitas Palermo) in 1h15'13. Proprio Iraci (che domani convolerà a nozze...i nostri auguri) mantiene la maglia Oro.

Tra le donne vittoria per Chiara Immesi (Universitas Palermo). Regolarissima la giovane atleta palermitana (stagione di consacrazione la sua) che ha chiuso la sua gara in 1h30'7. Giornata nera invece per la catanese Tatiana Betta (Podistica Messina) in testa dalle prime battute ma costretta al ritiro dopo il primo giro per un fastidio muscolare (un ritiro che le ha fatto perdere, almeno momentaneamente, la maglia Oro).

Alle spalle di Chiara Immesi, si è classificata la nuova maglia Oro del circuito Rosalba Ravì Pinto (Atletica Nebrodi) in 1h30'37. Gradino più basso del podio per l'inossidabile Alessandra Corvaia (Equilibra Running Team).
La manifestazione, valida come quarta prova del Grand  Prix di maratonine ha anche assegnato i titoli
regionali Assoluti di Società, premiando le prime cinque società femminili e le prime cinque maschili. A vincere, tra gli uomini, è stata l’Universitas Palermo, tra le donne successo della Trinacria Palermo. Ottima l’organizzazione della Polisportiva Marsala Doc, del presidente Filippo Struppa che ha potuto contare, oltre che sull’apporto dei propri tesserati anche su un consolidato gruppo di sponsor e sulla presenza attiva dell’amministrazione comunale.
Ad impreziosire la manifestazione l'oramai attesa esibizione, a marchio Aisa, con la carrozzina di Giusy Colombo, affetta da sindrome atassica, spinta per tutto il percorso da Vito Massimo Catania.

Adesso il GP di maratonine va in letargo, riprenderà il primo ottobre con la 1a maratonina di Sciacca Terme.

© Riproduzione riservata