IL CASO

"Utilizzò il nome di Borsellino", indagine su un'associazione di Marsala

di
associazione, indagine, Manfredi Borsellino, Paolo Borsellino, Trapani, Cronaca
Tribunale di Palermo

MARSALA. La Procura di Palermo ha aperto un’inchiesta sull’associazione «Antiracket e antimafie Paolo Borsellino onlus» di Marsala. Si tratta al momento di un modello 45, cioè di un fascicolo per il quale non è stata ancora individuata una precisa ipotesi di reato e che ha dunque uno scopo conoscitivo.

L’indagine della guardia di finanza, coordinata dall’ex procuratore aggiunto del capoluogo, Leonardo Agueci, è nata qualche mese fa, dopo la formale denuncia presentata dal figlio del giudice ucciso assieme alla sua scorta nella strage di via D’Amelio, il vicequestore Manfredi Borsellino.

«Diffido l’associazione antimafia e antiracket di Marsala, che sembra particolarmente impegnata sul fronte delle costituzioni di parte civile nei processi contro la criminalità organizzata, ad utilizzare il nome di mio padre Paolo Borsellino», così aveva dichiarato alla fine dell’anno scorso Manfredi Borsellino.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Trapani: i più cliccati