RELIGIONE

Processione dei Misteri a Trapani, il vescovo alla città: "La pace è l'unica via"

di

TRAPANI. Il carabiniere ha battuto i tre colpi sul portone della chiesa delle Anime Sante del Purgatorio e ha avuto inizio la Processione dei Misteri 2017. Alle 14 di ieri, Venerdì Santo. Il Vescovo Pietro Maria Fragnelli ha rivolto il proprio messaggio alla folla in piazza Purgatorio e quindi, dopo il rullo dei tamburi il primo Gruppo, La Separazione ha aperto il corteo sacro.

Fragnelli ha invitato a vivere questa Processione come occasione di meditazione sulla sofferenza universale. Piazzetta delle Anime Sante del Purgatorio era popolata di gente, fedeli e turisti, in un venerdì santo assolato e colorato dai fiori dei Sacri Gruppi. È stato un inizio di Processione ordinato e l’uscita dell’ultimo gruppo, il Simulacro dell’Addolorata, è avvenuto alle 18,10. Solo nelle prime ore della mattina odierna, sarà possibile comprendere se durante la notte, il corteo abbia subito ritardi incisivi sul rientro del primo Gruppo in chiesa, previsto alle 8.

La città intanto è qua, in questa processione, è qua la sua anima, manifesta in ogni forma, nei consoli e nei portatori, nelle donne dei ceti, nei bambini serissimi in processione, e tutti insieme in modo corale, adesso, possono godere ancora per qualche ora, della vista degli abiti antichi dei Sacri Gruppi, di quei vestiti e di quei pizzi e ricami, che ogni Maestranza conserva durante l’anno in armadio, nella propria sede, e degli ori e degli argenti e degli ex voto delle sofferenze personali.

GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X