COMUNE

Differenziata a Trapani, meno sgravi fiscali

di

TRAPANI. Meno sgravi per chi conferisce i rifiuti al centro comunale di raccolta. Prima erano previste quattro diverse fasce, a seconda della zona di residenza e del quantitativo, dal 40 al 55% della Tari. Adesso, invece, è prevista un'unica soglia: 20% per chi porterà 100 chili di rifiuti differenziati.

E' la decisione che ha assunto la Giunta municipale presieduta dal sindaco Vito Damiano nel corso dell'ultima riunione e con il voto favorevole degli assessori Giglio, Licata e Mazzarella, mentre era assente Franco Briale. Alla base della decisione dell'amministrazione il fatto che sono in vigore le tariffe nel 2014, considerato che il consiglio comunale ha bocciato il piano economico e le tariffe Tari sia nel 2015 che nel 2016, e che è cresciuto notevolmente il numero di coloro che beneficiano degli sconti.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X