Amministrative Trapani, corsa a cinque per il sindaco - I nomi

di

TRAPANI. Cinque candidati a sindaco. Alle prossime amministrative a Trapani saranno cinque coloro che si sfideranno per guidare il Comune per i prossimi cinque anni. Alcuni sono già certi, altri ancora no. Ma ormai le coalizioni sono ben chiare.

A sinistra il Partito democratico ha scelto da tempo di puntare tutto su Piero Savona, ex consigliere provinciale e già designato candidato sindaco dieci anni. Savona sta costruendo il suo programma nelle “officine delle idee” dove incontra i cittadini al fine di elaborare quelle idee che potranno far cambiare la città. Non è escluso che possa raggiungere accordi con alcuni movimenti che gravitano nel centrosinistra e dovrebbe essere sostenuto almeno da due liste, quella ufficiale del Pd e quella di riferimento del deputato regionale Paolo Ruggirello.

Il centrodestra, invece, si presenta diviso in due. Da un lato Mimmo Fazio, già sindaco nel 2001 sostenuto da Forza Italia e nel 2017 dal Pdl e, dall’altro, Forza Italia con il suo “Progetto per il territorio”, ma che deve ancora indicare il proprio candidato, anche se tutto lascia presagire che sia il senatore Antonio d’Alì, peraltro coordinatore provinciale degli Azzurri.

Fazio ha già aperto il suo comitato elettorale e sarà sostenuto da tre liste civiche. C’è attesa, però, per i verdetti dei giudici, sia ordinari che del Tar, in merito ai ricorsi che lo stesso Fazio ha presentato contro la delibera che lo ha dichiarato decaduto da consigliere comunale per via di una causa civile con Vito Dolce, ex presidente della Sau, la municipalizzata dei trasporti, scaturita da una condanna penale per “tentata violenza privata” nei confronti dello stesso Dolce quando rivestiva la carica di sindaco.

Il “Progetto per il Territorio”, invece, vede l’alleanza di Forza Italia con Psi, Noi per Trapani (vicino al Movimento Sovranista di Alemanno) e Noi con Salvini. Il candidato sindaco ancora non è stato ufficializzato, ma tutto lascia presagire che sia il senatore Antonio d’Alì. Il via libera dovrebbe arrivare nei primi giorni di aprile, stesso periodo nel quale il Movimento Cinque Stelle annuncerà, a sua volta, i candidati sindaco di Trapani e di Erice e le liste dei consiglieri comunali. I pentastellati in questi mesi hanno tenuto una serie di incontri con i cittadini con l’obiettivo di stilare prima il programma da presentare. #primaleidee, infatti, è stato l’hastag con il quale i Cinque Stelle, guidati dal senatore Maurizio Santngelo, hanno portato avanti questa loro iniziativa.

Il quinto candidato, invece, è l’avvocato Giuseppe Marascia, esponente del movimento “Città a Misura d’Uomo” il quale, peraltro, ha già indicato i suoi primi due assessori: Anna Maria Campo che ricoprirà il ruolo di assessore ai Servizi (scolastici, culturali e sociali), e Roberto Rao, il quale avrà le deleghe al Territorio (urbanistica, ambiente e mobilità).

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X