IL CASO

Bambino morì all'ospedale di Salemi, Asp condannata al risarcimento

di

TRAPANI. Un bambino morì anni addietro presso l’ospedale “Vittorio Emanuele” di Salemi dopo un incidente stradale, ma a causa di «cure inadeguate» e a distanza di qualche anno i genitori hanno deciso di citare in giudizio l’Azienda sanitaria provinciale di Trapani (allora Unità sanitaria locale). Saranno risarciti con oltre 650 mila euro.

Dopo un lungo e tortuoso iter e una corrispondenza tra le parti, che però non diede subito esito favorevole alle richieste, i genitori del piccolo si sono rivolti ad un legale citando in giudizio sia l’Azienda sanitaria che due medici del nosocomio. Così venne avviato in tribunale il procedimento allo scopo di ottenere il risarcimento richiesto.

L’amministrazione sanitaria, però, facendosi forte delle polizze assicurative stipulate per casi del genere, chiamava in causa l’assicurazione competente che però ha risposto alle sollecitazioni - secondo quanto viene riportato nel provvedimento del direttore generale dell’Azienda sanitaria trapanese, Fabrizio De Nicola.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X