L'EMENDAMENTO

Il parco archeologico di Segesta verso l'autonomia finanziaria

di

SEGESTA. Anche per il Parco archeologico di Segesta si andrà verso l’autonomia finanziaria. Dopo Selinunte, anche per un’ampia area archeologica della provincia di Trapani, si profila il percorso che porterà il parco all’autonomia non soltanto gestionale ma anche finanziaria.

L’onorevole Giovanni Lo Sciuto (Ncd), vice presidente della V Commissione all’Assemblea Regionale Siciliana, ha presentato un emendamento al disegno di legge 1212 che regolamenta l’istituzione del Parco archeologico e paesaggistico della Neapolis di Siracusa, con misure per la valorizzazione delle aree archeologiche dei siti Unesco.

L’emendamento ha inserito proprio il Parco di Segesta nella proposta per l’autonomia finanziaria di Siracusa. Il testo presentato da Lo Sciuto non è il solo inserito. Anche l’onorevole Girolamo Fazio (anche lui componente) ha presentato un emendamento che prevede l’inclusione della figura del sindaco all’interno del Consiglio di Amministrazione dei Parchi. Dopo l’ok della Commissione cultura all’Ars, ora il testo dovrà passare al vaglio dell’aula per l’approvazione definitiva.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X