LE STORIE

Trapani, i nuovi volti della povertà. La Caritas: “I padri piangono, vedono il fallimento nel loro grido d'aiuto”

I mille volti della povertà. I nuovi volti della povertà. Famiglie monoreddito in difficoltà ma anche famiglie che hanno vissuto in una condizione abbiente e che adesso si trovano senza un lavoro. Una realtà raccontata dal direttore della Caritas diocesana di Trapani, Girolamo Marcantonio in un’ampia intervista pubblicata oggi nell’edizione di Trapani del Giornale di Sicilia in edicola.

E poi i giovani: il 5% delle persone che chiede aiuto ha una laurea in tasca. «Questi ultimi, però – spiega Marcantonio -, non chiedono il “pacco”: presentano soprattutto delle domande per il volontariato, per partecipare al servizio civile o ai progetti in favore dei minori. Di fatto, per entrare nel mondo del lavoro».

Ancora: «Ad aprirsi maggiormente, a raccontare i loro problemi, sono soprattutto le donne. Gli uomini, invece, spesso piangono. Nella loro richiesta di aiuto vedono il loro fallimento».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X