SERIE B

Trapani, delusione dopo la sconfitta col Cittadella

di
Calcio, serie b, trapani calcio, Trapani, Qui Trapani
Alessandro Calori

TRAPANI. Se non proprio in Paradiso, il Trapani, fino all’8’ del secondo tempo della partita di Cittadella si sentiva in uno dei nove cieli in cui Dante Alighieri, nella terza cantica della Divina Commedia, divide il Paradiso.

Il gol di Igor Coronando, che fino a quel momento valeva la vittoria, lo faceva salire, infatti, a 28 punti e gli faceva agganciare il Vicenza e la Pro Vercelli. La situazione cominciava a peggiorare con il pareggio del Cittadella e a fare come le montagne russe con il successivo vantaggio dei padroni di casa (in gol l’ex Antimo Iunco, che a Trapani non segnava neanche a pregarlo – due gol in una stagione e mezza), poi con il nuovo pari per il rigore trasformato da Nicola Citro al 90’ ed infine con la sconfitta maturata al 94’.

Risultato: il Trapani resta a 25 punti, penultimo, e perde un punto rispetto a Vicenza e Pro Vercelli che nel frattempo avevano pareggiato.

«Gli errori non ci hanno permesso di portare a casa il risultato», ammette, onestamente, il tecnico granata Alessandro Calori riferendosi, in particolare ai primi 20’ del secondo tempo, anche se la difesa non è sembrata esente da responsabilità in occasione del calcio d’angolo che ha sancito il gol della vittoria del Cittadella.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE CARTACEA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X