POLIZIA

Furti di rame nel Trapanese, due arresti

di

TRAPANI. È il rame il business più redditizio dei ladri con furti, nel Trapanese, sistematici che mettono in ginocchio intere comunità. I tralicci dell'Enel saccheggiati, infatti, creano black-out che si traducono in disagi per i cittadini e per i commercianti.

Nell'ambito dell'azione di contrasto ad un fenomeno ben radicato nel territorio, nonostante l'incalzare delle forze dell'ordine e della magistratura, la polizia ha arrestato due ladri di "oro rosso", così viene chiamato il rame che una volta lavorato viene piazzato nel mercato clandestino. In manette sono finiti Antonino Sugameli di 36 anni e Bouchaib Tahiri di 53 anni, chiamati a rispondere del reato di furto aggravato in concorso. I due, secondo il resoconto della questura, si sarebbero impossessati di circa settanta chili di cavi di rame.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook