ECONOMIA CIRCOLARE

Mazara, gli scarti della pesca una risorsa per la "Blue economy"

di

MAZARA DEL VALLO. Il riutilizzo e rigenerazione degli scarti della pesca e del materiale prodotto dal dragaggio dei porti. Ecco l’”economia circolare” attraverso i principi della Blue economy, uno dei temi della prima riunione annuale dell’Osservatorio della Pesca del Mediterraneo, promossa dall’Assessorato Regionale Agricoltura e Pesca ed organizzata dal Distretto della Pesca e Crescita Blu e dal Centro di Competenza Distrettuale che si tenuta a Mazara nei nuovi locali comunali del “civic center”.

La riunione è stata presieduta dall’Ingegnere Giuseppe Pernice, coordinatore dell’Osservatorio della Pesca del Mediterraneo, che ha illustrato l’attività dell’Osservatorio fin dal 2006 anno della sua creazione.

“La Regione –ha sottolineato Pernice- ha tenuto conto delle indicazioni, nel segno della blue economy, fornite dall’Osservatorio attraverso i vari rapporti annuali sulla pesca ed acquacoltura”.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook