SICUREZZA

Mazara, la Marina tutelerà i pescherecci contro attacchi libici

di

MAZARA DEL VALLO. Alcune delle navi che già sorvegliano le rotte dell’immigrazione nel Mediterraneo potranno essere impegnate per tutelare i pescherecci siciliani, dopo i recenti attacchi a colpi di mitragliatrice da parte delle motovedette libiche.

Il ministro della Difesa Roberta Pinotti e degli Esteri Angelino Alfano hanno rassicurato il presidente del Distretto della Pesca, Giovanni Tumbiolo, sulla tutela dei pescatori nel Canale di Sicilia ed in particolare nelle acque antistanti le coste della Libia.

Tumbiolo ha incontrato a Roma i due ministri mettendo in evidenza le tensioni che si registrano nel Canale di Sicilia e le paure soprattutto dei pescatori mazaresi nella loro attività.

L’ultimo drammatico esempio il mitragliamento a cui è stato sottoposto il peschereccio «Principessa prima» di Mazara che, con altri due natanti, si trovava in acque internazionali. Tumbiolo ha evidenziato il rischio che le navi militari che l’Italia e l’Europa stanno per donare ai libici per il contrasto dell’immigrazione clandestina, possano essere utilizzate, come già avvenuto in passato, contro gli stessi pescatori siciliani.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO L'ARTICOLO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X