IL CASO

Marsala, la morte del piccolo Andrea: chiesto il giudizio per il pediatra

di
bambino, marsala, Trapani, Cronaca
Andrea Mistretta

MARSALA. Per la morte del piccolo Andrea Mistretta, deceduto, dopo quattro giorni di agonia, il 13 aprile 2016, a soli 3 anni, all’ospedale “Villa Sofia” di Palermo, per un trauma cranico con emorragia cerebrale, la Procura ha chiesto il rinvio a giudizio del 57enne pediatra marsalese Antonino Francesco Parrinello. L’accusa è omicidio colposo.

La prima udienza preliminare (gup Annalisa Amato) è stata fissata per il 7 marzo. Per i genitori dello sfortunato bambino, che hanno denunciato il medico, e per i consulenti tecnici della Procura, Parrinello avrebbe sottovalutato le conseguenze di una caduta del piccolo, che nel tardo pomeriggio del 9 aprile 2016 aveva battuto la testa al suolo mentre, a casa, giocava con un pallone.

I genitori, Nicolò Fabrizio Mistretta e Manuela Monteleone, parte civile con l’assistenza degli avvocati Alessandro Casano e Gaspare La Grassa, hanno raccontato di averlo fatto visitare dal pediatra, che avrebbe detto loro che potevano riportare il bambino a casa e farlo riposare. Qualche ora dopo, però, visto l’aggravarsi delle condizioni del piccolo, lo hanno portato al Pronto soccorso dell’ospedale “Borsellino” di Marsala.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO L'ARTICOLO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X