IL PROGETTO

Selinunte, la vecchia ferrovia sarà recuperata

di

SELINUNTE. Quella che sembrava una favola potrebbe tornare ad essere realtà con il ripristino della storica linea ferrata che collegherebbe Castelvetrano con Selinunte e fino a Porto Empedocle.

Tutto ora è nelle mani dei progettisti che stanno preparando un mega progetto che, se riuscirà a trovare la copertura finanziaria con i fondi europei, nell’arco di pochi anni restituirà al territorio uno dei mezzi più affascinanti che esistano. Ma se ciò non dovesse succedere ci sarebbe sempre come alternativa un uso diverso delle rotaie o farla diventare pista ciclabile o recuperare la linea ferrata da fare percorrere con il «ferrociclo», un mezzo a pedali derivante dalle vecchie «draisine».

Nei giorni scorsi infatti l’amministrazione comunale , guidata da Felice Errante, ha approvato il protocollo d’intesa con l'Associazione «Sicilia in Treno», che è un Associazione di cultura ferroviaria fondata con la finalità, tra le altre, di promuovere il recupero e la rivalutazione dei sistemi ed infrastrutture di trasporto su rotaia, di singole linee o di reti, ferroviarie e tranviarie, presenti sul territorio siciliano, anche al fine dello sviluppo turistico culturale dei comprensori attraversati.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO L'ARTICOLO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X