LAVORO

Alcamo, dipendenti delle Opere Pie senza stipendi da 10 mesi

ALCAMO. La quantità di stipendi mensili non percepiti tocca adesso quota dieci mesi, ma probabilmente si fermerà presto trovando una soluzione positiva. Si tratta dei ritardi dei pagamenti da versare a trentadue lavoratrici e lavoratori dell’Ipab “Opere Pie Riunite Pastore e San Pietro” di Alcamo.

I sindacati, infatti, adesso ripongono fiducia nell’azione del Comune. “Da dieci mesi non percepiscono lo stipendio, ma a breve la loro drammatica situazione sarà sanata”, dichiarano infatti la Funzione pubblica Cgil, la Fp Cisl e la Fpl Uil, annunciando quindi che potrebbe arrivare la svolta positiva per queste trentadue persone in servizio all’Istituto di pubblica assistenza e beneficenza che si trova in via Barone San Giuseppe ad Alcamo.

In un comunicato unitario diffuso dai tre sindacati è riportato che “dopo un incontro con il sindaco di Alcamo Domenico Surdi è, infatti, emerso l'impegno dell'amministrazione comunale a dare risposte ai lavoratori attraverso nuove progettualità volte a sanare la grave situazione dell'Opera Pia”.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO L'ARTICOLO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X