UDIENZA PRELIMINARE

Abuso d'ufficio, assolti ex assessore e dirigente del Comune di Trapani

di

TRAPANI. «Il fatto non sussiste». Con questa formula, il giudice delle udienze preliminari di Trapani Emanuele Cersosimo ha assolto dall’accusa di abuso d’ufficio l’ex assessore all’Urbanistica di Alcamo Vincenzo Coppola, di 64 anni, e l’architetto Carlo Bertolino, di 61, marsalese, all’epoca dei fatti (2014) dirigente del V settore Urbanistica dello stesso Comune.

Per entrambi, la Procura trapanese (pubblico ministero Andrea Norzi) aveva chiesto il rinvio a giudizio. Ma davanti al gup, la difesa ha scelto la strada del processo con rito abbreviato, che adesso si è concluso con l’assoluzione con formula piena (primo comma dell’articolo 530 del codice di procedura penale) dei due imputati. A chiedere l’assoluzione, al termine della sua requisitoria, è stato lo stesso pubblico ministero.

Vincenzo Coppola, anch’egli architetto, era stato indagato non come assessore, ma quale progettista di un piano particolareggiato di recupero che gli era stato commissionato dal Comune in qualità di libero professionista.

Secondo l’iniziale accusa, il reato di abuso d’ufficio era stato commesso favorendo un “ingiusto vantaggio patrimoniale” per il Coppola, che rinunciò all’incarico professionale dopo essere stato nominato, nel marzo 2014, assessore nella giunta del sindaco Sebastiano Bonventre (“pupillo” dell’ex senatore Pd Nino Papania dimessosi ai primi di giugno 2015 per guai giudiziari).

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO L'ARTICOLO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook