AMBIENTE

Dragaggio al porto di Mazara, la Regione corre ai ripari

di

MAZARA DEL VALLO. Due mesi di tempo per effettuare uno studio che potrebbe sbloccare i lavori del porto di Mazara del Vallo. La Regione corre ai ripari dopo lo stop al cantiere, cercando di aggirare gli ostacoli. Gli interventi riguardano il dragaggio del porto, operazione necessaria per garantire la piena funzionalità dell’infrastruttura.

Un’opera attesa dalla marineria locale da decenni, con il progressivo insabbiamento del Porto Canale. L’appalto da due milioni di euro per il dragaggio era stato assegnato un anno fa alla Ecol2000 di Messina. I lavori sembravano pronti a partire ma, poche settimane fa, è arrivato lo stop del Dipartimento regionale Ambiente. Per superare l’ostacolo lo stesso assessore al Territorio e Ambiente ha convocato nei giorni scorsi un vertice, cercando di trovare soluzioni alternative. Intanto sono trascorsi 22 giorni dall’avvio della campagna del Giornale di Sicilia su questo tema.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO L'ARTICOLO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook