IL CASO

Un altro randagio ucciso a Mazara del Vallo

di

MAZARA. Randagio trovato legato alle gambe posteriori con fili elettrici, torturato e infine ucciso insieme ad un altro cane. Una violenza insensata. E’ accaduto in contrada Digerbato, non lontano dall’abitato di uno degli ultimi avamposti urbanizzati sulle alture dell’entroterra marsalese.

Gli animali ammazzati, due meticci, sono stati rinvenuti nella mattinata di domenica da alcuni abitanti della zona. Uno bianco e l’altro fulvo, sono stati ritrovati legati alle zampe. Uno con la testa fracassata da numerosi colpi con un corpo contundente (probabilmente, un duro bastone), l’altro, invece, apparentemente strangolato.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X