GORGHI TONDI

Mazara, il gambero americano stermina rane e libellule

di

MAZARA DEL VALLO. Nei cinque laghi dell’oasi «Gorghi Tondi» se ne contano, oramai, a migliaia e migliaia. Dal 2003, anno in cui la presenza fu accertata, gli esemplari del gambero rosso della Louisiana si sono duplicati, invadendo le acque degli invasi naturali. «Oggi probabilmente hanno raggiunto un loro equilibro», azzarda Stefania D’Angelo, direttore della Riserva Lago Preola e Gorghi Tondi.

La presenza di questo gambero esotico da tredici anni ha modificato l’habitat della Riserva che si trova sul territorio di Mazara del Vallo. Dapprima era concentrato solamente nei tre gorghi tondi, poi si è diffuso al più grande lago Preola e al Pantano Murana. Chi mai se lo sarebbe aspettato che un gambero proveniente dall’America lo si ritrovasse in questo ambiente siciliano? A disfarsene di qualche esemplare è stato, probabilmente, qualche appassionato collezionista di specie esotiche che l’ha abbandonato erroneamente nei bacini naturali.

«Per noi è stata una vera novità – spiega la direttrice D’Angelo – la sua caratteristica è l’antibiodiversità. Infatti distrugge tutto ciò che incontra lungo il suo cammino, ma viene a sua volta predato dagli uccelli».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X