CALCIO

Colpo di scena a Marsala, Vinci torna al timone della società

di
Calcio, marsala, Trapani, Sport
Luigi Vinci

MARSALA. Torna Luigi Vinci ai vertici societari del Marsala 1912. La società azzurra ha dovuto toccare letteralmente il… fondo, perdere persino la credibilità con un «danno di immagine» che ci vorrà adesso del tempo per cancellare; ma almeno, negli ultimi giorni del 2016, dopo uno sconcertante tira e molla, in casa Marsala calcio si è registrata quella schiarita che tutti gli sportivi auspicavano e che lascia intravedere, adesso, uno spiraglio positivo.

Anche se l’ormai ex amministratore unico Pino Occhipinti parla oggi disperatamente di… farsa e minaccia denunce a destra e a manca, ieri mattina l’atteso ‘golpe’, al termine dell’assemblea dei soci del Marsala 1912 che, all’unanimità dei presenti (possessori di circa l’85 per cento delle quote sociali), ha deliberato di revocare con effetto immediato “per incapacità gestionale” l’incarico di amministratore a Occhipinti. Contestualmente (anche qui senza sorprese) è stato nominato nuovo amministratore unico l’imprenditore marsalese Luigi Vinci, che da anni s’era dichiarato disponibile a rilevare la maggioranza delle quote societarie e che aveva persino ricevuto un mese addietro una sorta di benedizione dallo stesso sindaco Alberto Di Girolamo, chiamato in causa nel suo ruolo istituzionale proprio per scongiurare la fine dell’ultracentenario sodalizio.

Nel tardo pomeriggio poi, in una corsa contro il tempo per cercare di salvare il salvabile visto che domenica 8 gennaio si torna in campo per la prima giornata di ritorno (e ci sarà da affrontare in casa il Licata), lo stesso Vinci ha organizzato in fretta e furia una conferenza stampa nel Complesso Monumentale San Pietro. Un incontro con la stampa, in cui ha illustrato l’operazione portata a termine «per cercare di scongiurare una nuova inevitabile retrocessione dopo quella della passata stagione e soprattutto il fallimento della società con la scomparsa del calcio in città». «Dopo avere perso, nostro malgrado, ulteriore tempo prezioso – ha affermato tra l’altro Luigi Vinci che torna di fatto al timone del Marsala dopo la trionfale promozione in D di appena due stagioni addietro accompagnata dalla conquista della Coppa Italia— ci siamo resi conto che non si poteva attendere un solo minuto in più. La gestione Occhipinti ha creato sino ad oggi danni incredibili e tutti i soci oggi (ieri per chi legge) gli hanno revocato il mandato, scegliendo la mia persona. E siamo già al lavoro, col sostegno dei tifosi, per cercare di compiere un miracolo, vale a dire salvare la stagione ingaggiando sei-sette elementi di spessore per puntare ad un girone di ritorno ricco di soddisfazioni che ci conduca prima possibile al mantenimento della categoria».

Vinci, assistito dal suo consulente Giulio Bellan e dall’avvocato Tommaso Picciotto, ha anticipato il nome del nuovo direttore sportivo, che sarà l’ex diesse dell’Alba Alcamo Pietro Zangrì e che già da lunedì verrà richiamato in panchina Angelo Galfano, il tecnico esonerato da Occhipinti «con una decisione che ha lasciato tutti increduli, l’ennesimo atto di una gestione scellerata».

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X