IL CASO

Chiuso il museo Lilibeo a Marsala, il sindaco: «Turismo penalizzato»

di
marsala, museo, turismo, Trapani, Cultura
Alberto Di Girolamo

MARSALA. «La prolungata chiusura del Baglio Anselmi e del Museo Archeologico “Lilybeo” sta fortemente penalizzando la città di Marsala. Da qui la necessità di stringere i tempi e riaprire la struttura archeologico-culturale che è il sito più prestigioso e frequentato da turisti e visitatori». Il problema è stato posto al centro di un incontro avuto proprio nella giornata di mercoledì scorso a Palermo dal sindaco Alberto Di Girolamo con il direttore generale del Dipartimento Assessorato regionale ai Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, Gaetano Pennino.

Il sindaco Di Girolamo ha fatto presente al massimo dirigente del Dipartimento che il Baglio Anselmi, con l’annesso museo archeologico, è chiuso da oltre un anno per lavori di adeguamento strutturale e una completata recisione dello stesso apparato espositivo.

Lavori che, iniziati nell’ottobre dello scorso anno, avrebbero dovuto concludersi proprio tra settembre ed ottobre scorsi ed invece continuano, impedendo l’apertura al pubblico della principale struttura turistico-culturale della città, che, naturalmente, ha fatto calare (e di molto) le presenze turistiche di quest’anno a Marsala. Da qui la richiesta del sindaco Di Girolamo di riaprire al più presto il Baglio Anselmi.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X