IL CASO

A rischio l'assistenza agli studenti sordi e ciechi nel Trapanese

di

TRAPANI. L' assistenza alla comunicazione per studenti sordi e ciechi della scuola dell' infanzia primaria e secondaria di primo grado (ex scuola media), rischia di interrompersi.

Con una nota del 26 novembre l' ex Provincia aveva comunicato che da gennaio il servizio obbligatorio sarà di competenza dei Comuni. Il problema, per l' associazione «Abilmente uniti» di Mazara, al di là della competenza, è la tempistica della comunicazione in quanto non ci sono quasi sicuramente i tempi tecnici per fare un bando e assegnare il servizio entro gennaio, lasciando così gli studenti privi di servizio, alcuni con esami da sostenere senza un fondamentale e obbligatorio supporto. Sono un centinaio, in provincia, i ragazzi ciechi e sordi che rischiano l' interruzione dell' anno «scolastico» ed altrettanti sono gli assistenti perché ad ogni alunno si affianca un assistente sia per i ragazzi ciechi che per i sordi. Figure professionali che rischiano di restare inoperose se entro i prossimi giorni non si troverà una via d' uscita.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X