CALCIO

Il Marsala nel baratro: verso la retrocessione se non si corre ai ripari

MARSALA. Di follia in... follia, dopo l' esonero di Galfano e dopo aver detto in tutte le maniere di "no" (minacciando finanche tuoni e fulmini) all' ultimo tentativo operato dal sindaco Di Girolamo per favorire ilpassaggio delle quote sociali a Luigi Vinci, il Marsala 1912 di Pino Occhipinti continua a farsi male da solo e continua soprattutto a mortificare, in attesa di tempi migliori, un' intera città e una tifoseria ormai annichilita.

L' ultima "perla" della gestione Occhipinti, dopo il 4 a 0 di Paceco, s' è registrata domenica sul campo del Castelbuono, dove gli azzurri sono stati seppelliti da un' altra valanga di reti, ben sei. Un' altra batosta incredibile, una vera e propria vergogna, senza che ormai nessuno, mentre si avvicina la data di chiusura delle liste invernali di mercato e domani peraltro c' è da affrontare in casa in Coppa Italia il Mussomeli, può forse più muovere un dito per cercare di salvare la squadra dalla retrocessione.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

E.I., Ma.Pr, Gi. Mar., Sa. Mo.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook