LA SENTENZA DEL TAR

Luglio Musicale, dalla Regione 500 mila euro

di

TRAPANI. Il Luglio Musicale vince il ricorso al Tar contro l' assessorato regionale Turismo e Spettacolo, riottenendo il diritto a ricevere 504 mila e 500 euro al posto dei 30 mila euro deliberati nel novembre del 2015. Adesso, però, la stessa Regione chiede una sorta di accordo al Luglio: 150 mila euro contro i 504 mila e 500 come disposto dal Tar. E Giovanni De Santis, consigliere delegato del Luglio Musicale, rimanda al mittente la proposta, evidenziando come non accetterà altro se non il pagamento per intero di quanto disposto dai giudici.

De Santis è stato convocato dall' assessore regionale Anthony Barbagallo. "Pensavo che l' incontro da lui voluto fosse finalizzato a manifestare concretamente un ravvedimento della Regione, già condannata due volte dal Tar Sicilia per avere violato i diritti del Luglio Musicale, dando vantaggi ai teatri di Palermo, Messina e Catania - è il commento del consigliere delegato del Luglio affidato ad un post pubblicato sul proprio profilo Facebook -. Invece no. Mi ha chiesto di chiudere un accordo in base al quale il Luglio dovrebbe accettare, per il 2015, poco più di 150 mila euro, rinunciando ai 504 mila e 500 euro che la Regione deve versare, così come sentenziato dal Tar".

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X