L'AVREBBE PICCHIATA

"Violenza contro la moglie", chiesti 7 anni per un finanziere di Mazara

di

MAZARA. E' una pena esemplare (sette anni di carcere) quella che, ieri, il pm Giulia D' Alessandro ha invocato per il 42enne appuntato mazarese della Guardia di finanza Biagio Foderà, processato davanti al giudice monocratico Lorenzo Chiara monte con l' accusa di lesioni gravissime in danno della moglie, Antonia Castelli, di 40 anni. Per gelosia, infatti, il 12 gennaio 2010, il militare delle Fiamme Gialle l' avrebbe presa a calci e pugni, provocandole la rottura della milza, poi asportata con un intervento chirurgico all' ospedale "Abele Ajello".

Per anni, però, la donna ha detto di essersi fatta male cadendo tra le pareti domestiche. Anche se questa versione non convinse gli inquirenti (sezione di pg della Guardia di finanza della Procura). Furono, quindi, messi sotto controlli i telefoni del nucleo familiare e si scoprì una diversa verità.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X