IL CASO

Assistenza disabili, i consiglieri di Trapani : «Si trovino le risorse»

TRAPANI. Nessuna assistenza domiciliare per circa 60 disabili in condizioni gravissime. La Regione ha ridotto i trasferimenti al Comune dai 3 milioni dello scorso anno agli attuali 381 mila euro e l' amministrazione, come annunciato qualche giorno addietro dal sindaco Vito Damiano, nelle variazioni di bilancio, ha preso atto della riduzione dei fondi.

E nel corso della seduta del consiglio comunale nel corso della quale è stato affrontato il tema, i consiglieri comunali Vito Mannina, Francesco Salone e Giovanni Vassallo hanno presentato un atto di indirizzo attraverso il quale invitano l' amministrazione ad individuare tutte le risorse finanziarie possibili da destinare all' attività del distretto sociosanitario D50 per i «progetti assistenziali per le persone con disabilità gravissima che necessitano a domicilio di assistenza continua h 24» . L' atto d' indirizzo è stato condiviso della quasi totalità dei consiglieri presenti in aula «a dimostrazione - afferma Francesco Salone - del rilievo della proposta, avanzata perché possa essere assicurato un servizio che la Regione non riesce a garantire avendo trasferito al Comune, capofila del distretto socio sanitario D50 l' esigua somma di 381mila euro a fronte di una ne cessità di circa 3 milioni per la sola città di Trapani».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook