TRIBUNALE

"Estorsioni ai dipendenti", condannato un commercialista a Marsala

commercialista, condanna, estorsioni, Trapani, Cronaca
Tribunale di Marsala

MARSALA. Giuseppe Renato Isaia, 57 anni, uno dei più noti commercialisti di Marsala, è stato condannato dal giudice monocratico Lorenzo Chiaramonte a 3 anni e 4 mesi di carcere per estorsione aggravata e continuata in danno di due dipendenti della società «Servizi scolastici e sociali». Di quest'ultima, il commercialista sarebbe stato «amministratore di fatto». La pena inflitta è superiore a quella richiesta (3 anni) dallo stesso pubblico ministero.

L'estorsione, secondo l'accusa, sarebbe stata commessa versando a due donne, assistenti sugli scuolabus, somme inferiori rispetto a quanto previsto, come stipendio, nel contratto di lavoro stipulato. Isaia avrebbe attuato il «taglieggiamento» prospettando alle dipendenti la possibilità (nell'atto d'accusa si parla di «larvata minaccia») della perdita del posto di lavoro.

Possibilità giustificata con il contesto di grave crisi economica e occupazionale. L'indagine è stata condotta dalla sezione di pg della Guardia di finanza della Procura di Marsala e coordinata dall'ex procuratore Alberto Di Pisa e dal sostituto Antonella Trainito.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X