COMUNE

Erice, contro il gioco d'azzardo arriva l'ordinanza «Antislot»

di

ERICE. Affidata al questore Maurizio Agricola per poterla visionare, considerato che è la Questura che rilascia le licenze con le prescrizioni orarie di apertura della sale da gioco e scommesse, la bozza di ordinanza cosiddetta "Antislot", contro il gioco d' azzardo e la ludo patita (cioè la dipendenza dall' azzardo che determina un comportamento compulsivo verso un gioco dove si investono soldi) predisposta dall'Associazione CODICI e che i sindaci di diversi Comuni del territorio, primo fra tutti quello di Erice, sono pronti a varare. Con Erice, sono i Comuni di Paceco, Castelvetrano e Custonaci che hanno già approvato un' apposita mozione e che hanno sottoscritto un protocollo d' intesa aderendo alla campagna "Mettiamoci in Gioco".

«Una iniziativa che va a tutela di tutti quei soggetti deboli e di quelle famiglie distrutte dal gioco d' azzardo e dalla dipendenza patologica che ne deriva, che ha registrato quindi il plauso del questore Agricola e del sindaco di Erice e che, siamo contenti abbia ottenuto anche l' assenso da parte del sindaco di Trapani che pertanto adotterà analoga ordinanza», afferma l' avvocato Vincenzo Maltese, segretario dell'Associazione di tutela del cittadino CODICI, dopo un incontro con il questore al quale ha partecipato anche il sindaco di Erice Giacomo Tranchida.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook