TRIBUNALE

Alcamo, violenze alla figlia di 3 anni: condannato ad 8 anni

di

ALCAMO. Otto anni di carcere (una pena molto più severa di quanto invocato dallo stesso pm: 3 anni) è stata inflitta dal giudice delle udienze preliminari di Trapani Emanuele Cersosimo a un 38enne di Alcamo processato con rito abbreviato per violenza sessuale sulla figlia di appena tre anni. Tra le pene «accessorie», la decadenza della potestà genitoriale e l' interdizione dall'impiego in luoghi frequentati da minori. L' uomo è stato, inoltre, condannato anche a un anno e 8 mesi per maltrattamenti all' ex moglie di 36 anni, di Castelvetrano.

E' una storia piuttosto squallida quella che emerge dal processo. La coppia è separata dall'ottobre 2014 e gli abusi sessuali in danno della figlia sarebbero stati commessi nel periodo immediatamente successivo alla separazione. E in particolare, quando esercitava il diritto a incontrare, da solo, la piccola. Le violenze sessuali (davanti alla bambina, pare, si sarebbe anche masturbato) sono emerse perché la piccola, quando tornava in compagnia della madre, avrebbe iniziato a manifestare"gravi disagi". E questo dopo ogni incontro con il padre.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook