IL PROCESSO

Spaccio a Campobello, reato prescritto per 8: restano 4 imputati

di
Trapani, Cronaca
Tribunale di Marsala

CAMPOBELLO DI MAZARA. Si riduce di due terzi il numero degli imputati nel processo per fatti di droga denominato "Pellicane Massimo + 11". Per otto dei presunti spacciatori alla sbarra (quasi tutti di Campobello di Mazara) sono, infatti, ormai trascorsi troppi anni (nove) dall'epoca dei fatti contestati dall'accusa.

E per questo motivo, il giudice monocratico Iole Morica, ieri, è stata costretta a pronunciare sentenza di non luogo a procedere per prescrizione del reato.

«Ciò - spiega uno degli avvocati difensori, Giuseppe Pantaleo - in virtù di una sentenza emessa dalla Cassazione circa due anni e mezzo fa che ha fatto una distinzione tra i grandi trafficanti di droga e coloro che, invece, spacciano poche dosi. Fino a quel momento, infatti, anche il piccolo spacciatore rischiava da otto a vent'anni di carcere». Adesso, quindi, diminuite le pene per i pusher, anche la prescrizione, per loro, è più breve: sette anni e mezzo.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE  

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook