IL SISMA DI GIOVEDI'

Scosse di terremoto fra Alcamo, Calatafimi e Castellammare: al via una verifica nelle scuole

di

ALCAMO. È stata una giornata relativamente tranquilla, seppure con scuole chiuse per precauzione, a Calatafimi-Segesta, Alcamo e Castellammare del Golfo, i centri in cui più sono state avvertite le quattro scosse di terremoto registrate in meno di quattro ore a partire dalle 18.53 fino alle 22.28 di giovedì sera.

I sindaci Domenico Surdi di Alcamo, Vito Sciortino di Calatafimi-Segesta e Nicolò Coppola di Castellammare hanno infatti disposto la temporanea chiusura degli edifici scolastici, soltanto per la giornata di ieri, al fine di consentire i controlli necessari a verificare eventuali danni. Non sono emerse particolari criticità.

Sequenza sismica, quella di giovedì sera, caratterizzata da scosse brevi, tutte con epicentro nel Calatafimese, non forti (essendo di magnitudo tra 2 e 3, con profondità comprese tra 8 e 13 chilometri) e senza provocare danni, ma che sono state nettamente avvertite, soprattutto le prime tre, dalla popolazione della fascia territoriale compresa tra il Golfo di Castellammare e il Gibellinese.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X