IL CASO

Gestione del canile: scoppia la polemica ad Alcamo

di

ALCAMO. Torna a ribollire, come in una "pentola a pressione", la diatriba legata alla questione dell' apertura del rifugio sanitario per cani in un' area confiscata alla mafia in contrada Tre Noci, con accesso dalla via Monsignor Tommaso Papa, ad Alcamo.

Interrogativi e polemiche si sono riaperti in questi giorni, dopo che l' amministrazione Surdi ha deliberato l' approvazione di uno schema di convenzione con l' Azienda sanitaria provinciale. Sulla questione, il vice sindaco Roberto Scurto che è anche assessore ai Beni confiscati e alla Legalità, ieri ha dichiarato: "Bisogna parlare prima con gli uffici, non conosco molti dettagli su attualità e recente passato di questa vicenda". Il sindaco Domenico Surdi si riserva di rispondere nei prossimi giorni.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X