LA STORIA

"Gli immigrati hanno salvato l'economia di Mazara"

di

MAZARA DEL VALLO. Fathia è giunta a Mazara nel 1974. Ogni mattina apre il suo ristorante di cous cous nel cuore antico della città.

Accanto all' ingresso della sua attività c' è un' edicola votiva cristiana, a cui non fa mai mancare un fiore e un lumino acceso.

Lei è musulmana di origine tunisina, ma nel centro storico di Mazara vive da trent' anni. Quando le case si ricavavano nei ruderi abbandonati e fatiscenti. Senza luce, né acqua. "Ho costruito qui la mia vita - racconta - e ho visto cambiare questo paese. Gli stranieri hanno contribuito a dargli un volto nuovo".

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X