TRIBUNALE

Casa di un magistrato svaligiata, in tre a giudizio a Marsala

di

MARSALA. Sono tre (due uomini e una donna), i soggetti individuate dai carabinieri come presunti ricettatori della refurtiva (valore stimato in alcune centinaia di migliaia di euro), o comunque di una parte di questa, relativa al clamoroso furto messo a segno, all'inizio dello scorso mese di aprile, nell'abitazione dell' ex presidente dei Tribunali di Marsala e Trapani, Roberto De Simone e della moglie, Franca Maria Lombardo.

Per ricettazione in concorso (non è stato possibile accertare se si tratta anche degli autori del furto), la Procura ha chiesto il rinvio a giudizio dei marsalesi Andrea Lombardo, di 31 anni e Luana Di Girolamo, di 26, insieme a Michele Di Girolamo, 28 anni. Quest' ultimo è residente a Brescia, dove è nato, come pure la sorella Luana Di Girolamo. Per i tre, lo scorso 13 giugno, il Gip ha disposto la misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Marsala.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook