TRIBUNALE

Salemi, ricostruzione post sisma: «Contributo non andava revocato»

di

SALEMI. Non era legittima la revoca del contributo per la ricostruzione di un immobile danneggiato dal terremoto del 1968. Con una sentenza del Tribunale di Marsala, infatti, è stato accolto il ricorso di un privato cittadino salemitano che si era visto revocare parte del finanziamento, avendo presentato il rinnovo della concessione in ritardo sulla scadenza fissata dalla commissione comunale preposta, guidata ai tempi dell' accaduto dai commissari prefettizi nominati nel 2012.

Proprio i commissari straordinari decisero la stretta sui contributi erogati dalla Commisione "ex articolo 5" (istituita dalla legge numero 178 del 1976 sul Belice) in seguito ad una ricognizione da cui risultava come un terzo dei lavori finanziati non fosse stato poi completato; da ciò la decisione di introdurre tempi molto rigidi per il completamento dei lavori ed il rinnovo delle concessioni edilizie nel frattempo scadute.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook