NEL TRAPANESE

Trovata a Castelvetrano una casula di don Pino Puglisi

di

CASTELVETRANO. Da Palermo a Castelvetrano. Un tragitto che don Pino Puglisi faceva spesso perché proprio nella città belicina abitava ed abita uno dei due fratelli del beato e martire siciliano, Gaetano. E a Castelvetrano trascorreva l' estate, frequentando le parrocchie della città . Proprio in una di queste, quella dedicata alla Madonna della Salute che è stata scoperta una vecchia casula che il sacerdote ucciso dalla mafia indossava quando celebrava la messa in questa chiesa.

La casula e' stata ritrovata negli armadi dell' archivio della parrocchia: era l' unica inspiegabilmente rimasta tra quelle vecchio stile.. Scoperta la casula, Nino Centonze, da sempre uno dei collaboratori della parrocchia, ha effettuato una ricerca accurata fotografica e nel registro dei matrimoni. Così si è avuta la certezza: don Pino l' ha indossata quando, il 24 giugno 1978, celebrò il matrimonio del nipote della cognata, Aldo Ottavio Tilotta con Rosaria Varvaro.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X