ROGHI IN SERIE

Marsala, incendi devastano lo Stagnone

di

MARSALA. Una serie di roghi, nei giorni scorsi, hanno ridotto in cenere i canneti e altra vegetazione spontanea lungo le rive della riserva naturale dello Stagnone. Non è chiaro se si sia trattato di incendi dolosi oppure dovuti alla classica cicca di sigaretta ancora accesa colpevolmente gettata dal finestrino di qualche auto in transito sul lungomare.

In ogni caso, il vento, soprattutto nei giorni in cui, la scorsa settimana, ha impazzato lo scirocco, ha favorito l' opera di distruzione, che per alcuni versi pare attuata quasi scientificamente. Gli incendi hanno riguardato soprattutto il litorale delle antiche saline Ettore Infersa, dove, nel tratto di fronte la casa del poeta-salinaro Turi Toscano, le alte canne, bruciate alla base, si sono abbattute sulla strada, impedendo il transito in almeno metà della carreggiata. Altri canneti, sono stati divorati dalle fiamme anche lungo le rive immediatamente a sud dell' imbarcadero "storico" per l' isola di Mothia e di fronte Villa Genna.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook