MONOCRATICO

Travolse e uccise un uomo a Marsala, assolto dall'accusa di omicidio colposo

di

MARSALA. "Il fatto non sussiste". Con questa motivazione, il giudice monocratico Lorenzo Chiaramonte ha assolto il 42enne marsalese Flavio Fazio dall' accusa di omicidio colposo. Fazio era alla guida dell' auto Fiat Punto che nella notte tra il 24 e il 25 giugno 2013, in via Favara, travolse il 63enne Leonardo Giacalone, che morì sul colpo.

L'uomo alla guida dell' auto udì il rumore di un impatto, ma non si sarebbe reso conto subito di quanto era accaduto. Si fermò 80 metri dopo per le urla dei familiari del Giacalone. Poi, il perito incaricato dal pm aveva ritenuto che l' automobilista avesse superato il limite massimo di velocità di quel tratto di via Favara (40 Km/h) e che aveva percepito il pericolo prima dell' urto.

La polizia, infatti, rilevò una traccia di frenata. Ma nel corso del processo, l' avvocato difensore Giovanni Galfano ha messo in dubbio che la traccia di frenata fosse quell'auto di Fazio, affermando che la velocità sostenuta non era quella stabilita dal perito. Ma, soprattutto, l' avvocato Galfano ha dimostrato che Giacalone al momento dell' urto, nonostante la diversa testimonianza resa dalla sorella della vittima, era inginocchiato o addirittura disteso.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook