L'EMERGENZA

Trapani, l'appello di Abbruscato: "Differenziata da incrementare"

di

TRAPANI. Dal primo novembre potrà finire in discarica soltanto il 50% della frazione secca dei rifiuti prodotti negli impianti di smaltimento di Rsu. Dal primo gennaio la percentuale si ridurrà al 30% e dal primo luglio sarà vietato. Per questo motivo Enzo Abbruscato, consigliere comunale del Partito democratico, lancia l' allarme tornando a chiedere, con forza, l' incremento della raccolta differenziata.

E Abbruscato lo fa con una vera e propria lettera aperta indirizzata a tutti i cittadini «L' attuale situazione di criticità nel comparto dei rifiuti ha origine nel2010 quando l' allora amministrazione non avviò le procedure per potenziare la differenziata - afferma Abbruscato -, e questo nonostante proprio in quell'anno la Trapani Servizi diventò al 100% del Comune.

La differenziata, tranne il Ccr di via Alighieri, è stata affidata a ditta esterna senza un progetto valido, bensì basando il tutto su una raccolta stradale, i cui risultati posizionano Trapani tra i Comuni meno virtuosi. Inoltre, siamo l' unico Comune che ha ancora i cassonetti stradali indifferenziati dove conferiscono, quo tidianamente, rifiuti anche cittadini delle realtà vicine, con un aumento di costi per il Comune di Trapani e, per transitività, ai trapanesi».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X