SALVO IL BIMBO

Trapani, donna incinta muore in ospedale. Ispettori dal ministero

TRAPANI. Una donna di 26 anni, A.D., al nono mese di gravidanza è morta ieri sera nel reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale Sant'Antonio Abate di Trapani, dove si era recata, poco prima, per delle perdite ematiche. Salvato il nascituro, con un cesareo. La donna si è presentata al pronto soccorso del reparto pochi minuti prima delle 21.

Il tracciato cardiotocografico ha rivelato normali funzioni vitali del nascituro e la donna, visitata dai sanitari,è stata trovata in «condizioni generali nella norma», come si legge in una nota dell'Asp. Alle 23,50, la gestante, mentre parlava con la madre, ha avuto un malore: un arresto cardiocircolatorio non le ha dato scampo. È morta in pochi minuti.

I medici hanno quindi praticato un cesareo di urgenza e intorno alla mezzanotte è nato il figlioletto della partoriente, un neonato di 3,2 chili, che gode di buona salute.

L'Asp ha nominato una commissione interna per cercare di far luce sul decesso. Secondo le prime indiscrezioni, la donna potrebbe essere stata colpita da un'embolia.

il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha disposto l'invio della task force all'Ospedale Sant'Antonio Abate.

Anche l'assessore regionale per la Salute Baldo Gucciardi ha disposto una verifica ispettiva, al fine di acquisire da parte del Direttore Generale dell'ASP di Trapani le necessarie informazioni per il prosieguo delle attività di competenza. "Seguo in prima persona, in costante raccordo con le Strutture dipartimentali interessate dell'Assessorato, l'evolversi delle verifiche e sono convinto che potremo fare chiarezza nei tempi brevi sulle dinamiche dell'accaduto", ha dichiarato l'assessore Gucciardi.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook