ENTI LOCALI

Vertice in prefettura con i sindaci: "Fare sistema per scopi comuni"

di

TRAPANI. «Un bene sottratto alla criminalità organizzata se mal gestito o addirittura lasciato in condizioni di degrado e di abbandono, costituisce un messaggio devastante». Il prefetto Giuseppe Priolo, nel corso della riunione con i sindaci e il commissario straordinario del Libero Consorzio dei Comuni, ha voluto sottolineare "la necessità dell' efficiente utilizzo dei beni". Un tema, questo, oggi più che mai, di grande rilievo che «deve fornire - ha osservato il rappresentante del Governo - occasione per dimostrare, che lo Stato c' è, che lo Stato non crea disoccupazione laddove c' era lavoro, ma favorisce efficienza, sviluppo, sicurezza e occupazione, portando legalità laddove c' era il sopruso e l' illegalità».

Il prefetto ha, inoltre, rimarcato «la necessità inderogabile di un rapporto di sinergia istituzionale con gli Enti locali che serva anche, quando necessario, a sostenere ed aiutare a resistere a "pressioni", a condizionamenti, a lusinghe palesi e occulte. Il dialogo con le autonomie locali, - ha evidenziato - seppur nel rispetto dei ruoli che, talora, possono imporre anche scelte difficili, non sempre condivise, ma che comunque vanno rispettate, è strumento indispensabile per svolgere al meglio le funzioni che l' ordinamento attribuisce al prefetto».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI TRAPANI DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook