L'INIZIATIVA

Selinunte, il vino in soccorso di archeologia e turismo

di

SELINUNTE. Il tempio «sorretto» da una bottiglia di nettare degli dei sarà anche a San Vito Lo Capo fino a domenica prossima, 25 settembre, cioè per tutta la durata del Cous Cous Fest. Naturalmente sarà una presenza virtuale, in uno stand, in viale Regina Margherita, dedicato al progetto «Settesoli Sostiene Selinunte», di cui il Giornale di Sicilia è media partner: un approccio pratico ed efficace perché la gente possa conoscere da vicino il primo fundraising del vino a favore del patrimonio archeologico siciliano.

Il progetto, infatti, ha l' obiettivo di raccogliere fondi per migliorare la fruizione del Parco, che per valore storico e architettonico e per dimensioni è il più grande d' Europa.

Magari non ci saranno le code che si sono create per assistere al concerto di Alvaro Soler (che ha radunato in piazza alcune decine di migliaia di fans), ma tra una degustazione e un' altra, sarà possibile, attraverso un sistema multimediale innovativo, immergersi a 360° tra i templi di Selinunte, visitarli, bere il vino Settesoli e - perché no? - nel frattempo acquistare la confezione speciale da 2 bottiglie e parteci a pare alla raccolta fondi.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook